Protesi

Odontoiatria Protesica

La perdita di un elemento dentale comporta danni notevoli per l’apparato masticatorio oltre a quelli derivati all’estetica quando tale perdita sia confinata nella regione del sorriso.

La sostituzione degli elementi dentali persi è fondamentale per mantenere la corretta funzione non solo delle arcate dentarie (la perdita anche di un solo dente provoca lo spostamento di tutti gli altri e, di conseguenza, anomalie nella masticazione) ma anche dell’apparato articolare che risente notevolmente di tali mancanze con danni che possono diventare permanenti. I denti mancanti possono essere sostituiti con protesi fisse o mobili.

Protesi Dentale Mobile.

La protesi rimovibile, comunemente chiamata dentiera, può essere facilmente rimossa dal paziente per permettere le normali manovre di igiene orale. Ci sono due tipi di protesi mobili:

Protesi Mobile Totale è la classica dentiera, viene indicata in casi di edentulia totale di una o entrambe le arcate dentali. La dentiera è formata da denti in resina fissati su un supporto in resina che imita l’aspetto delle gengive. 

Protesi Mobile Parziale è usata per sostituire uno o più denti, viene ancorata tramite dei ganci ai denti naturali residui o agli impianti. Può essere semplice in resina oppure formata da una struttura metallica (scheletrato) sulla quale sono fissati i denti in resina.

Protesi Dentale Fissa.

La protesi fissa, formata da corone o ponti,  non può essere tolta senza intervento chirurgico e sostituisce elementi dentali in modo stabile e definitivo. Anche in questo caso si possono distinguere diversi tipi di protesi fissa:

  • Protesi su impianti che può essere avvitata o cementata a seconda dei casi
  • Protesi su denti che appoggiandosi ai denti naturali rimpiazza interamente i denti naturali.

Domande & Risposte 

Certo. Un errore molto frequente è ritenere che una volta devitalizzato e incapsulato un dente questo sia invincibile. In realtà bisogna prestare ancor maggior cura proprio a questi denti. In essi infatti la carie, invisibile sotto la corona e indolore può proseguire portando alla perdita del lavoro fatto. Dedicare tempo ed impegno all’igiene orale e rispettare i controlli periodici è essenziale per il successo a lungo termine della terapia.

No. Molte persone pensano che un dente da protesizzare con una corona deve essere anche devitalizzato. In realtà la cura canalare dell’elemento deve essere eseguita solo nei seguenti casi: esposizione della polpa in fase di limatura del dente, dolore in fase pre operatoria o successiva alla limatura e posizionamento provvisorio, presenza di fistole/ascessi anche asintomatici sui denti da protesizzare.

La durata di una protesi correttamente eseguita è quasi sempre legata alla sopravvivenza dei pilastri che la sostengono, siano essi denti naturali o impianti, alla resistenza strutturale dei materiali utilizzati e al mantenimento igienico domiciliare associato a periodiche visite di controllo.
L’adattamento alla protesi mobile è soggettivo e richiede da pochi giorni ad alcune settimane. Il paziente deve infatti abituarsi a parlare, mangiare, sorridere con un nuovo manufatto protesico. Inizialmente si potrà avere una maggiore produzione di saliva e la sensazione di bocca piena. Superato il periodo iniziale di adattamento la maggior parte dei pazienti sentirà la protesi come fosse una parte integrante del proprio corpo.

Il nostro consiglio è di iniziare con una dieta semiliquida, introducendo un poco alla volta cibi morbidi e tagliati a pezzi piccoli. Usate quando masticate tutte e due le parti della bocca. E’ sconsigliato mangiare cibi duri, usare i denti incisivi per tagliare i cibi (pane, frutta, ecc. ) e mangiare cibi troppo caldi.

Protesi Dentale
Ti mancano dei denti e vuoi rimetterli?

contattaci


Orario di Apertura

Martedì - Venerdì
AM 9.00 - 12.00
Martedì - Venerdì
PM 14.30 -18.30
Lunedì
CHIUSO

Brochure Dr. Lucà

PDF
size: 0 kb