Sbiancamento

Sbiancamento Dentale

Avere i denti bianchi e sani rappresenta una delle qualità estetiche più ambite e ricercate. In molti casi, le caratteristiche genetiche sfavorevoli, il fumo e l’assunzione di cibi o bevande  pigmentate, come caffè, thé e coloranti artificiali, possono causare nel tempo discromie dentali che privano il dente della sua naturale brillantezza e tonalità. Le discromie dentali possono essere classificate in due modi: estrinseche o intrinseche. Le discromie estrinseche appaiono sulla superficie dei denti. Le discromie intrinseche vivono tra le microfessure dello smalto e nella profondità della dentina (lo strato del dente sotto lo smalto). I dentifrici sbiancanti ed i collutori possono essere in grado di eliminare alcune delle macchie estrinseche, ma solo gli agenti sbiancanti possono rimuovere le più difficili e profonde discromie estrinseche ed intrinseche.

 

 

Come funziona lo sbiancamento dentale?

Lo sbiancamento dentale è una metodica che si avvale di agente sbiancante attivo.  Viene praticato nel nostro studio mediante fotoattivazione dell’agente sbiancante al fine di velocizzare la procedura e migliorare i risultati. L’agente sbiancante attivo (Perossido di Idrogeno o Perossido di Carbammide) contenuto nei gel penetra nello smalto per raggiungere le molecole responsabili delle macchie. I radicali liberi di ossigeno rilasciati dall’ agente decompongono tali molecole (rompendo i legami che le tengono insieme), rendendole non più visibili.

 

Domande & Risposte

No. Si tratta di un procedimento completamente innocuo per la salute dei denti.

Lo sbiancamento dentale è un metodo sicuro e confortevole per avere un sorriso più luminoso e denti più bianchi. I risultati e il tempo di trattamento variano a seconda del livello di colorazione e della specifica discromia. Corone, ponti, otturazioni e faccette non vengono sbiancati e il trattamento non deve essere eseguito durante la gravidanza.
I risultati di uno sbiancamento dentale sono molto stabili, lasciando il colore ottenuto a lungo dopo la fine del trattamento. Tuttavia ci sono alcuni fattori che possono influenzare la durata dei risultati dello sbiancamento, quali la genetica, la dieta, l’età, alcuni farmaci (come le tetracicline) e certe abitudini (quali il fumo). E’ consigliabile ricorrere a dei veloci trattamenti di richiamo, ogni 18/24 mesi, per mantenere il colore precedentemente conseguito.
La sensibilità dei denti è un effetto collaterale relativamente comune dello sbiancamento dentale. Se la sensibilità si verifica, è spesso temporanea e scompare una volta completato il processo di sbiancamento. A tal fine i prodotti utilizzati nel nostro studio includono ingredienti desensibilizzanti quali il Nitrato di Potassio e Fluoro per aiutare a ridurre la sensibilità e migliorare di conseguenza il comfort per il paziente durante il trattamento.
Sbiancamento dentale
Desideri i denti più bianchi!!!

contattaci


Orario di Apertura

Martedì - Venerdì
AM 9.00 - 12.00
Martedì - Venerdì
PM 14.30 -18.30
Lunedì
CHIUSO

Brochure Dr. Lucà

PDF
size: 0 kb